Veronica Pivetti al cinema Malatesta di Fano ha presentato Né Giulietta né Romeo

pivetti[1]Né Giulietta né Romeo Il film, nonostante l’indubbia popolarità della Pivetti, è distributo dalla piccola Microcinema, non avendo suscitato l’interesse dei grandi distributori. Vista l’importanta e l’attualità del tema trattato, gode però del patrocinio di Amnesty Italia e sta vivendo una seconda vita grazie alla volontà di Veronica Pivetti e Giovanna Gra di presentarlo in tutta Italia.

La discriminazione di matrice sessista e omofoba in Italia è una questione tutt’altro che risolta: lo dimostra l’iter travagliato di una legge già arretrata come quella sulle unioni civili, lo ricordano tristi casi di cronaca che vedono protagonisti adolescenti omosessuali in casi di suicidio, vittime di bullismo, coppie omosessuali aggredite o discriminate. Agedo Marche ha quindi promosso la presentazione del film nelle Marche, regione dove ancora si fatica ad elaborare un pensiero e un confronto su queste tematiche.

“Né Giulietta, né Romeo” è il primo film diretto da Veronica Pivetti, scritto e sceneggiato dalla sua Socia Giovanna Gra. Nel cast, oltre a Veronica Pivetti, anche Corrado Invernizzi, Pia Engleberth, Sara Sartini e Riccardo Alemanni. Una commedia brillante, a tratti comica e divertente, racconta la storia di un adolescente che si scopre omosessuale andando incontro alla reazione dei genitori solo apparentemente progressisti.
Senza mai abbandonare la giusta sensibilità evidenzia i rapporti familiari con i figli adolescenti, del loro rapporto tra pari, di bullismo, di omofobia e di inadeguatezza degli adulti; temi che hanno impedito al film di trovare distributori nazionali di rilievo che lo proiettassero in tante sale contemporaneamente.
Il film, però, sta vivendo una seconda vita grazie alla disponibilità delle Autrici ad incontrare il pubblico per “Chiacchierare” come dice la Pivetti, della loro opera. 
Ad Agedo Marche ed alla Rete Chegender è piaciuto e quindi si sono messe all’opera per organizzare serate di proiezione e di incontro nella regione Marche
Con loro si sono poi aggiunte altre associazioni (Amnesty International -che ha anche patrocinato la produzione del film-, ANPI, Arcigay Agorà), soggetti istituzionali (Comune di Fano e di Arcevia), aziende che hanno agito come partner (Cinema Malatesta, Multiplex 2000, Patty’s Bar, Sbullit Action Point, La Terra e Il Cielo, ecc.).

di redazione


Download PDF

I commenti sono chiusi